Ti trovi su:
Riserva Naturale di Calafuria

Riserva Naturale di Calafuria

Una scogliera incastonata tra mare e colline

Riserva Naturale di Calafuria

Riserva Naturale di Calafuria

Una scogliera incastonata tra mare e colline

Un’esperienza unica a picco sul mare

Affacciata sulla bellezza incontaminata del Mar Tirreno, Livorno non è solo un nome sulla mappa, ma un’esperienza e un’emozione tutta da provare: un incanto di scogliere e scorci mozzafiato, calette nascoste e accessi al mare, dove varie Bandiere Blu sventolano con orgoglio da anni.

La Riserva Naturale di Calafuria: natura incontaminata e panorami mozzafiato

Situata lungo l’entroterra a sud di Livorno, la Riserva Naturale di Calafuria comprende un sistema collinare di circa 115 ettari di macchia mediterranea perfettamente integrata con l’ambiente costiero. Seguendo uno dei tanti sentieri segnalati e facilmente percorribili che si inerpicano tra la vegetazione, verrete sorpresi dai favolosi panorami che  si aprono dall’alto sugli orizzonti livornesi e l’Arcipelago Toscano. Percorrendoli, sarete avvolti da una varietà di alberi, tra cui pini d’Aleppo e lecci, e piante come la fillirea, il lentisco, il corbezzolo, il mirto e l’alloro che vi offriranno un’esperienza naturalistica profumata e selvaggia. Non meno varia è la vivace fauna che abita la riserva. Qui, tra rocce e anfratti rigogliosi, potreste imbattervi in varie specie di animali tra cui martore, istrici, volpi, ricci, faine e cinghiali, che spesso si spingono fino al mare.

Riserva Naturale di Calafuria
Riserva Naturale di Calafuria
Riserva Naturale di Calafuria
Riserva Naturale di Calafuria
Ponte di Calafuria

La scogliera di Calafuria: un paradiso costiero tutto da esplorare

Avventurandovi invece lungo la scogliera di Calafuria, anch’essa parte dell’omonima Riserva Naturale, sarete rapiti dai frastagliati contorni delle formazioni rocciose di arenaria chiamata “Panchina livornese”, i cui colori, dall’ocra al rossastro, si esaltano tra il verde della macchia e il blu smeraldo del mare.

Un vero e proprio invito all’escursione e alla scoperta. Dalla Marina del Boccale fino alla Baia del Rogiolo di Quercianella troverete infatti un susseguirsi di sentieri e accessi al mare, ciascuno col suo fascino, alcuni attrezzati altri no, ma sempre segnalati da apposita cartellonistica.

Dai comodi Scogli Piatti, che scendono dolcemente in acqua, alle Vaschine di Calafuria, piscine naturali scavate nella roccia eredità delle antiche cave etrusche, potrete continuare il vostro viaggio verso le bellissime e irregolari formazioni rocciose del Sassoscritto.

Dopo l’insenatura di Calignaia e il belvedere del Romito, verrete sorpresi dalla Cala del Leone, un’ampia spiaggia nascosta sovrastata dal Castello di Sonnino.

Il premio per il vostro spirito d’avventura? Che ne dite di un tuffo rinfrescante nelle acque cristalline di un paradiso marino, habitat naturale del Corallo Rosso, seguito dall’immersione sonora nella melodia delle onde?

Riserva Naturale di Calafuria
Riserva Naturale di Calafuria
Castello del Boccale
Riserva Naturale di Calafuria

Scopri i castelli e le torri costiere a picco sul mare

La scogliera di Calafuria ospita pochissime costruzioni, di cui alcune meritano la vostra attenzione. Scendendo verso sud, pochi chilometri dopo il quartiere periferico di Antignano, proprio all’inizio della scogliera vi imbatterete in una bellissima costruzione neo-medioevale: il Castello del Boccale. Un edificio oggi ad uso residenziale costruito a picco sul mare, il cui nucleo originario si erge su una torre d’avvistamento medicea del XVI secolo.

Non farete neppure in tempo a riprendervi dallo spettacolo di Castel Boccale e del suo tratto di scogliera che, poco distante, anch’essa a picco sul mare, vi si parerà di fronte la maestosa Torre di Calafuria: un’antica costruzione medicea del ‘500 alta circa 20 metri che faceva parte del complesso sistema di avvistamento contro le incursioni dei pirati barbareschi. Un bellissimo edificio a pianta quadrata a cui si accede da un’elegante scalinata, sostenuto da un grande basamento a scarpa, sormontato da un ballatoio aggettante e da una copertura a quattro falde inclinate.

Pochi chilometri più avanti, prima di raggiungere la frazione di Quercianella, maestosamente eretto su un verdissimo promontorio che si tuffa direttamente in mare, scorgerete infine il Castello di Sonnino: un bellissimo maniero in stile neo-medievale edificato sui resti di un fortilizio mediceo cinquecentesco dal barone Sidney Sonnino: nobile anglicano, di origini ebraiche e di madre britannica, Presidente del Consiglio, Ministro delle finanze e Ministro del Tesoro del Regno d’Italia, che elesse a dimora e mausoleo il suo amato castello.

Riserva Naturale di Calafuria

Informazioni utili

  • Per chi:

    Bambini e famiglie, Comitive, Con gli amici, Da solo, In coppia

  • Quando:

    Estate, Primavera

  • Per cosa:

    Fare attività, Rilassarmi

  • Altre caratteristiche:

    All'aperto, Gratuito, Pet friendly, Raggiungibile con mezzi pubblici, Senza prenotazione

La Toscana che non ti aspetti

Scopri tutte le particolarità che rendono Livorno così unica e sorprendente.

Scopri di più

Iscriviti alla newsletter
per rimanere sempre aggiornato

Non perderti nessuna novità sugli eventi a Livorno e dintorni.